06 gennaio 2015

Patatine fritte: la ricetta perfetta

Premesso che le patatine fritte sono in assoluto il mio piatto preferito, e questa e' la miglior ricetta per prepararle.
Si puo' cambiare lo spessore, la forma e il tipo di taglio ma il procedimento deve restare questo, oramai plurisperimentato.
E' importante anche rispettare le tempistiche: per cuocere le patatine per cena ( verso le 20) occorre iniziare a tagliarle all'ora di pranzo, in modo che siano pronte per la cottura all'ora giusta.
E' importante anche fare la doppia frittura, in quanto solo cosi' verranno croccanti, leggere e maledettamente irresistibili.

Ingredienti:
Patate a buccia rossa di montagna ( dose a piacere, in genere per 2 persone ci vorranno circa 5-6 patate medie)
Olio di semi di girasole e di oliva (in dose 2/3 e 1/3) in totale circa 1/2 litro
Sale

Attrezzatura:
Mandolina
Padella profonda o friggitrice

Procedimento
Verso le 14 - 15 prendiamo le patate, laviamole benissimo, NON sbucciamole ma tagliamole a fettine di circa 1,5 - 2 mm con la mandolina, in modo che abbiano tutte lo stesso spessore.
Laviamo le fettine in acqua freddissima, in modo che perdano l'amido. In questo modo non si attaccheranno tra loro durante la cottura, ma resteranno ben slegate. 
Occorre sciacquarle bene e ripetere finche' l'acqua sara' praticamente trasparente, quindi sgrondarle e sistemarle su un doppio canovaccio, arrotolandolo in modo da tenerle tutte all'interno perche' si asciughino perfettamente.


Lasciamole dentro i canovacci fino a che non inizieremo a cuocerle.
Mettiamo gli oli nella padella e scaldiamo a fuoco vivace. L'olio sara' pronto quando, buttandoci dentro un pezzetto di pane, risalira' subito a galla ricoperto di bollicine.
Mettiamo un po' di patatine nella padella, facciamole friggere qualche minuto, rigirandole un paio di volte.


Vedremo che inizieranno a gonfiarsi, ma saranno ancora abbastanza bianche, a questo punto leviamole subito dall'olio sgocciolandole bene, sistemiamole in una teglia ricoperta di carta per fritti e continuiamo a friggere il resto delle patatine.


Appena avremo completato la prima cottura di tutte le patate iniziamo con la seconda cottura: mettiamo 1/3 delle patate gia' cotte di nuovo in padella. Subito inizieranno a gonfiarsi e a dorare in fretta, togliamole e scoliamole dall'olio sistemandole in un'altra carta da fritti. 
Continuiamo  a cuocere il resto delle patatine.


Quando avremo finito di cuocerle tutte, tiriamo un respiro di sollievo....saliamo le meraviglie croccanti e divoriamole senza perdere tempo.
Se piace abbiniamole con ketchup, magari piccante, senza glutine.


Condividete le vostre esperienze, domande e suggerimenti per migliorare la ricetta, lasciando un commento qui sotto! 

Mandatemi le foto su: forchettaecucchiaino@ gmail.com.
Grazie!



2 commenti:

  1. Poesia quando il canto
    fulminante spicca
    dal coro di queste patatine croccanti
    muta in un grido nitido
    questa fame d'amore
    inesaurita...spettacolo !!!

    RispondiElimina
  2. Eugenio, erano deliziose....è vero.
    Un bacio!
    Olga

    RispondiElimina

Lasciaci un commento e ti risponderemo prestissimo. Grazie!